La Mia Storia | Sofia Provera | Atelier Alta Moda | Official Website
La Mia Storia

Mi ricordo i weekend con mia nonna a ricamare e a vederla dipingere, i pomeriggi da mio nonno, grande collezionista d’arte classica, a giocare a scacchi,  i travestimenti con le mie amiche alle elementari con i tessuti che usava mia madre nei suoi abiti, i film della Disney con la mia famiglia.

Si dice “vedere con gli occhi di un bambino”, ecco, sono fortunata perché ancora oggi osservo con quegli occhi pieni di meraviglia e mi riesco a commuovere per un ricamo a tombolo fatto completamente a mano o una cucitura nascosta impunturata con grande sapienza.
Vivo nel mio mondo di sogni, di poesia e di romanticismo, ma anche con i piedi per terra. Fin da piccola amavo questo mondo e a 15 anni ho iniziato a realizzare le mie creazioni.

Qualche mese dopo essermi laureata in “Disegno tecnico industriale” al “Politecnico di Milano”, ho registrato il mio marchio in Europa, Russia e Emirati Arabi, ho aperto il mio Atelier, ho assunto le mie fidate collaboratrici e ora realizziamo i vostri sogni.

Un incontro che cambiò i miei piani

Il 21.09.17, durante la Settimana della Moda di Milano, andai con delle amiche all’Amfar rigorosamente in “SP” e incontrai Mirko, un ragazzo adorabile, che mi chiese di raccontargli dei miei abiti e cosi feci. Non sapevo nulla di lui.

Il giorno dopo ero al White per esporre un brand per cui avevo disegnato e, a fine giornata, mi chiamò Claudio Volontieri, un ragazzo molto in gamba inserito nella moda e amico di Mirko, che mi volle vedere. Mi precipitai subito da lui in Showroom in Via della Spiga e s’innamorò dei miei abiti.

Mi ricordo che appena uscita in Via Manzoni mentre chiamavo mia madre, passarono due ragazze con shopping bag griffate e pensai “un giorno lì ci sarà il mio nome”.  Quella settimana registrai il mio marchio “Sofia Provera” in diversi paesi.

Il Mio Primo Abito

A 15 anni sognai un abito.

La mattina seguente andai a comprare del tessuto e mi misi in studio a ragionare sulle forme del corpo e sul tessuto da tagliare, ero brava in matematica e geometria ma non avevo nessuna base di modellistica.

Me lo spillai addosso, lo cucii interamente a mano e lo dipinsi. Lo mostrai ai miei genitori, più che la meraviglia di mia madre mi ricordo lo stupore di mio padre…da lì non mi fermai più.

La Mia Prima Macchina da Cucire

A sei anni chiesi come regalo alla mia classe delle elementari una macchina da cucire, macchina che conservo ancora con estrema cura.

Durante i weekend mia nonna Luisa mi insegnava ad usarla.

Il Mio Primo Abito Da Sposa

Avevo 19 anni e il mio nome iniziava a girare tra le mie clienti e le loro amiche. Arrivò questa bellissima ragazza che aveva ricevuto da poco la proposta di matrimonio ed era raggiante.

L’abito da sposa è l’abito più importante della vita di ogni donna e volevo esserne all’altezza. Capii i suoi desideri, schizzai il suo abito e iniziammo le prove.

Mi ricordo l’ultima prova come se fosse ieri, eravamo da me a casa, lei uscì dalla sala delle prove con il suo meraviglioso abito e i genitori erano commossi ma cercavano di trattenere le lacrime. Disse “era l’abito che volevo”.

Sono momenti che non si possono descrivere.